Prevenzione della corruzione, la Società Cooperativa San Giovanni di Dio ottiene la certificazione ISO 37001

La Società Cooperativa San Giovanni di Dio ottiene dall’ente internazionale Certiquality la certificazione ISO 37001 del proprio Sistema di Gestione per la prevenzione della corruzione

La Società Cooperativa San Giovanni di Dio è lieta di comunicare il conseguimento della  Certificazione UNI ISO 37001:2016 inerente i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari, infermieristici e riabilitativi, in regime domiciliare; i servizi socio-assistenziali in regime residenziale; i servizi di assistenza socio-educativa a favore di adulti diversamente abili ed in condizione di disagio sociale presso centri sociali e i servizi di integrazione scolastica specialistica per minori diversamente abili.

La norma ISO 37001 si pone l’obiettivo di aiutare le organizzazioni ad adottare e attuare un Sistema di Gestione anticorruzione, richiedendo la definizione di norme interne, procedure, esecuzione di attività di due diligence, proporzionate alla dimensione dell’azienda e alla complessità e rischiosità del contesto in cui opera.

Negli anni scorsi si è assistito a un cambiamento a livello politico/legislativo per quanto riguarda gli indirizzi per il contrasto alla corruzione. Gli strumenti legislativi (piani prevenzione della corruzione, obblighi di trasparenza, modelli organizzativi 231 per la prevenzione dei reti di corruzione) sono espressione di un diverso approccio che riconosce maggiore efficacia alla prevenzione piuttosto che alla repressione della corruzione. Questo approccio sollecita sempre più enti ed aziende a pianificare e predisporre misure adeguate di controllo e prevenzione dei rischi di corruzione. Inoltre i sistemi di gestione volontari (OHSAS 18001) sono sempre più riconosciuti come criteri validi ed efficaci per la prova del sistema di prevenzione aziendale esimente ai fini del D. lgs 231/2001).

A questi standard si è aggiunta dal 2016 la norma ISO 37001 sui sistemi di gestione anti corruzione, la quale, oltre ad essere pienamente integrabile con gli altri sistemi volontari (9001, etc.) è in grado di fornire lo strumento organizzativo e gestionale idoneo a coordinare ed ottimizzare le misure di prevenzione e controllo sui rischi di corruzione dell’organizzazione.

Grazie al conseguimento di questo ulteriore certificato, la Società Cooperativa San Giovanni di Dio implementa dunque il proprio ventaglio di certificazioni internazionali (si aggiunge al sistema di gestione per la qualità ISO 9001, il sistema di gestione della sicurezza e salute sul lavoro OHSAS 18001, il sistema di responsabilità sociale con la SA8000, il modello di organizzazione, gestione e controllo coerente con i dettami del D.Lgs. n. 231 e l’attribuzione del massimo punteggio del rating di legalità).

L’ottenimento di tale certificazione di conformità alla norma di settore è pertanto un ulteriore riconoscimento della serietà e professionalità con la quale la Cooperativa San Giovanni di Dio opera nel campo dei servizi socio-sanitari, educativi e socio assistenziali alla persona, portando verso l’eccellenza la rendicontazione e la comunicazione delle informazioni circa l’impegno dell’organizzazione nella lotta alla corruzione verso tutte le parti interessate. Tale certificazione costituisce un mezzo di prova circa la rispondenza del sistema aziendale ai requisiti e ai criteri sulla legalità e sul controllo dei rischi corruzione previsti dal nuovo codice appalti (D.lgs 50/2016) e consente pertanto un migliore controllo sui rischi di corruzione (attiva e passiva) derivanti dalle attività dell’organizzazione, assicurando  l’efficacia e il miglioramento del sistema anticorruzione e delle misure che ne fanno parte (Piani Anticorruzione ai sensi della Legge 190/2012; MOG ai sensi del D.lgs 231/2001).

Soddisfazione per il raggiungimento di questo obiettivo viene espressa dal Presidente della Coop. San Giovanni di Dio Dott. Raffaele Pio de Nittis: “La qualità è un requisito che viene richiesto con sempre maggiore consapevolezza da parte degli stakeholders (gli utenti, loro famiglie, gli enti pubblici, il territorio di appartenenza, ecc.), e a questa richiesta di qualità si affianca la ricerca di ottimizzare le misure di prevenzione e controllo sui rischi di corruzione – ha affermato.

“La qualità per aumentare deve fare i conti anche con la eliminazione di inefficienze, e queste esigenze sono soddisfacibili solo con un adeguato e funzionante sistema di gestione che implementi standard di processo per il raggiungimento degli obiettivi come quelli afferenti alla norma UNI 37001:2016 e alla relativa certificazione. Siamo orgogliosi di aver portato a compimento con successo questo importante percorso di certificazione per il nostro sistema di gestione anticorruzione – conclude il Presidente Dott. Raffaele Pio de Nittis,– confermando così il nostro impegno ed attenzione verso temi che riteniamo fondamentali ed ineludibili per la crescita della Cooperativa, come la diffusione, la condivisione e l’integrazione dei sistemi anticorruzione nei processi dell’organizzazione aziendale”.

Tre stelle per il Rating di legalità della San Giovanni di Dio: un riconoscimento d’eccellenza che premia la politica etica aziendale

Per la San Giovanni di Dio arriva il rinnovo del Rating di Legalità da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con l’attribuzione delle tre stelle, il massimo riconoscimento possibile in materia di legalità e trasparenza per le imprese.

A due anni dall’ottenimento del rating di legalità, la Società Cooperativa Sociale San Giovanni di Dio consegue il massimo riconoscimento possibile in materia di legalità e trasparenza per le imprese, con il rinnovo dell’inserimento nell’elenco delle Imprese con Rating di Legalità, dopo le valutazioni effettuate e la deliberazione seguente da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con il punteggio di TRE STELLE.

Il Rating di legalità è uno strumento introdotto nel 2012 (art. 5 ter del D.L. 1/2012 (cd. Decreto Cresci Italia), come modificato dalla L.62/2012, con il fine di promuovere i principi etici nei comportamenti aziendali. Il riconoscimento è dunque volto alla promozione e all’introduzione di principi di comportamento etico in ambito aziendale tramite l’assegnazione di un giudizio sul rispetto della legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta e, più in generale, sul grado di attenzione riposto nella corretta gestione del proprio business.

Il rating ha durata di due anni ed è rilasciato da AGCM-Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, e la San Giovanni di Dio è tra le pochissime aziende cooperative del territorio ad essere state inserite nell’elenco delle Imprese con tale attribuzione.  Il regolamento prevede una serie requisiti che, se rispettati, garantiscono alle imprese uno standard di punteggio massimo di 3 stelle. In particolare le aziende dovranno:

  • rispettare i contenuti del Protocollo di legalità sottoscritto dal Ministero dell’Interno e da Confindustria, delle linee guida che ne costituiscono attuazione, del Protocollo sottoscritto dal Ministero  dell’Interno e dalla Lega delle Cooperative , e a livello locale dalle Prefetture e dalle associazioni di categoria;
  • utilizzare sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per importi inferiori rispetto a quelli fissati dalla legge;
  • adottare una struttura organizzativa che effettui il controllo di conformità delle attività aziendali a disposizioni normative applicabili all’impresa o un modello organizzativo ai sensi del d.lgs. 231/2001;
  • adottare processi per garantire forme di Corporate Social Responsibility;
  • essere iscritte in uno degli elenchi di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa;
  • avere aderito a codici etici di autoregolamentazione adottati dalle associazioni di categoria;
  • aver adottato modelli organizzativi di prevenzione e di contrasto della corruzione.

“Abbiamo considerato fin da subito le tre stelle del rating come un’attestazione doverosa da ottenere per una cooperativa ed un passo istituzionale importante per il riconoscimento dell’affidabilità della nostra società e del quale vado estremamente orgoglioso– afferma il Presidente della San Giovanni di Dio dott. Raffaele Pio de Nittis – Sono davvero lieto del percorso fatto per arrivare all’indicazione del punteggio massimo del rating di legalità rilasciato dall’AGCM, che viene giustamente tenuto in grande considerazione perché è garante di precisi requisiti morali e amministrativi e di comportamenti virtuosi che, come San Giovanni di Dio, siamo orgogliosi e consapevoli di portare avanti ogni giorno”.

“Affermare principi di responsabilità sociale nella cooperazione, prevedere la tutela del lavoro come uno degli elementi qualificanti di chi partecipa al sistema degli appalti sono oggi affermazioni fondamentali – ha proseguito il Presidente de Nittis – Investire nel coniugare lavoro e servizi di qualità è stato dal principio alla base della strategia aziendale della società, che ha messo in campo risorse per garantire ed implementare tale sistema, con tutta una serie di azioni intraprese a favore della legalità e della responsabilità sociale d’impresa. – La conclusione del percorso certificativo volto ad ottenere le tre stelle del Rating di legalità dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato – ha chiosato – rappresenta pertanto una naturale prosecuzione delle azioni già avviate in materia di legalità e responsabilità sociale d’impresa, quali l’applicazione della legge 231 sulla responsabilità amministrativa delle imprese e i loro modelli di organizzazione e di controllo, l’applicazione della legge 81 in materia di salute e sicurezza ed il mantenimento della certificazione internazionale SA8000 sull’etica e la responsabilità sociale, ed è la dimostrazione di una politica etica aziendale che si attesta su livelli qualititativi di eccellenza”.

 

Il Rating di legalità permette alle aziende di ottenere numerosi vantaggi competitivi: più opportunità di business, maggiore trasparenza e visibilità sul mercato, migliore immagine sul territorio di appartenenza (anche grazie all’apposita sezione sul sito dell’AGCM con i nomi delle imprese titolari del Rating). Il rating di legalità è visibile anche nella Visura Registro Imprese ed è così ancora più evidente a cittadini ed imprenditori che ogni giorno consultano le informazioni del Registro Imprese.

 

Maggiori info su: www.agcm.it/rating-di-legalita.html

La Società Cooperativa San Giovanni di Dio miglior impresa Under 40 della provincia di Foggia: il riconoscimento al Premio Industria Felix

Mercoledì 26 giugno a Bari presentato il Rapporto Pmi e Grandi imprese della data driven company italiana in occasione di Industria Felix

Presentato mercoledì 26 giugno a Bari presso Villa Romanazzi Carducci il Rapporto Pmi e Grandi imprese a cura di Cerved in occasione di “Industria Felix – La Puglia, la Basilicata e il Molise che competono”, evento organizzato per la quinta edizione pugliese e per le prime lucane e molisane da Industria Felix Magazine, il nuovo periodico nazionale di economia e finanza diretto da Michele Montemurro, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.C. Industria Felix, Regione Puglia, Puglia Sviluppo (con un intervento finanziato a valere sulle risorse dell’azione 3.5 del POR Puglia 2014/2020 “Attrazione degli investimenti e interventi di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese pugliesi”), con i patrocini di Politecnico di Bari, delle Università di Bari, di Foggia e del Salento, Confindustria, di Confindustria Puglia, Basilicata e Molise, Ansa (media patner), con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Lidl Italia, MV Line Group, Amicar – Lexus Bari, Michele Gravina srl e Cantina Fiorentino.

Per l’evento di Bari, moderato dal giornalista e capostruttura di Rai 1 Angelo Mellone, è stata realizzata una maxi inchiesta sui bilanci dell’anno fiscale 2017 (gli ultimi disponibili nel complesso) di 12.219 società di capitali con sede legale in Puglia e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 1,5 miliardi di euro, di 1.598 società con sede legale in Basilicata e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 4,5 miliardi di euro, di 878 società con sede legale in Molise e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 140 milioni di euro.

La Cooperativa San Giovanni di Dio è stata scelta tra le migliori d’Italia dal Comitato Scientifico di Industria Felix ed in occasione della 5a edizione di Puglia e delle prime edizioni della Basilicata e del Molise del Premio Industria Felix, alla Coop. è stata conferita un’Alta Onorificenza di Bilancio come miglior impresa Under 40 della provincia di Foggia.

Industria Felix Magazine realizza eventi di networking dedicati all’informazione economica-finanziaria, nell’ambito dei quali si riconoscono i primati provinciali e regionali delle aziende rispetto ai principali parametri di bilancio (Menzioni di Bilancio) e le migliori performance gestionali per Affidabilità e Crescita/Cerved, di imprese femminili, under 40, con vocazione internazionale, pmi con potenzialità di crescita, piccole, medie e grandi aziende su scala provinciale e regionale e per settore a livello regionale (Alte Onorificenze di Bilancio). Il Comitato Scientifico ha scelto in modo oggettivo le migliori imprese rispetto ad un algoritmo che ha classificato le aziende per dimensione e settori in base al miglior Mol, con indice Roe positivo, in utile, con un delta addetti invariato o crescente rispetto all’anno prima e con un rapporto Oneri finanziari/Mol inferiore al 50%. Il Comitato ha scelto aziende ritenute solvibili o sicure in base al Cerved Group Score (CGS), che è una valutazione sintetica del merito creditizio delle imprese italiane realizzata da Cerved, ottenuto attraverso una suite di modelli statistici, che consentono di stimare per ogni impresa italiana una probabilità di insolvenza.

La Photogallery dell’evento di Bari

Credits:

https://www.industriafelix.it/la-puglia-che-compete/

La Società Cooperativa San Giovanni di Dio miglior impresa Under 40 della provincia di Foggia: mercoledì 26 giugno il riconoscimento al Premio Industria Felix

Mercoledì a Bari presentato il Rapporto Pmi e Grandi imprese della data driven company italiana in occasione di Industria Felix

 Sarà presentato mercoledì alle 18,30 a Bari a Villa Romanazzi Carducci il Rapporto Pmi e Grandi imprese a cura di Cerved in occasione di “Industria Felix – La Puglia, la Basilicata e il Molise che competono”, evento organizzato per la quinta edizione pugliese e per le prime lucane e molisane da Industria Felix Magazine, il nuovo periodico nazionale di economia e finanza diretto da Michele Montemurro, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.C. Industria Felix, Regione Puglia, Puglia Sviluppo (con un intervento finanziato a valere sulle risorse dell’azione 3.5 del POR Puglia 2014/2020 “Attrazione degli investimenti e interventi di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese pugliesi”), con i patrocini di Politecnico di Bari, delle Università di Bari, di Foggia e del Salento, Confindustria, di Confindustria Puglia, Basilicata e Molise, Ansa (media patner), con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Lidl Italia, MV Line Group, Amicar – Lexus Bari, Michele Gravina srl e Cantina Fiorentino.

Per l’evento di Bari è stata realizzata una maxi inchiesta sui bilanci dell’anno fiscale 2017 (gli ultimi disponibili nel complesso) di 12.219 società di capitali con sede legale in Puglia e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 1,5 miliardi di euro, di 1.598 società con sede legale in Basilicata e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 4,5 miliardi di euro, di 878 società con sede legale in Molise e fatturati/ricavi compresi tra mezzo milione e 140 milioni di euro.

La Cooperativa San Giovanni di Dio è stata scelta tra le migliori d’Italia lo scorso 17 maggio a Bari nella sede di Confindustria Bari/Bat dal Comitato Scientifico di Industria Felix.

Pertanto in occasione della 5a edizione di Puglia e delle prime edizioni della Basilicata e del Molise del Premio Industria Felix, in programma mercoledì 26 giugno 2019 a Bari, alla Soc. Coop. San Giovanni di Dio sarà conferita un’Alta Onorificenza di Bilancio come miglior impresa Under 40 della provincia di Foggia.

L’evento sarà moderato dal giornalista e capostruttura di Rai 1 Angelo Mellone.

Industria Felix Magazine realizza eventi di networking dedicati all’informazione economica-finanziaria, nell’ambito dei quali si riconoscono i primati provinciali e regionali delle aziende rispetto ai principali parametri di bilancio (Menzioni di Bilancio) e le migliori performance gestionali per Affidabilità e Crescita/Cerved, di imprese femminili, under 40, con vocazione internazionale, pmi con potenzialità di crescita, piccole, medie e grandi aziende su scala provinciale e regionale e per settore a livello regionale (Alte Onorificenze di Bilancio). Il Comitato Scientifico ha scelto in modo oggettivo le migliori imprese rispetto ad un algoritmo che ha classificato le aziende per dimensione e settori in base al miglior Mol, con indice Roe positivo, in utile, con un delta addetti invariato o crescente rispetto all’anno prima e con un rapporto Oneri finanziari/Mol inferiore al 50%. Il Comitato nella quasi totalità dei casi ha scelto aziende ritenute solvibili o sicure in base al Cerved Group Score (CGS), che è una valutazione sintetica del merito creditizio delle imprese italiane realizzata da Cerved, ottenuto attraverso una suite di modelli statistici, che consentono di stimare per ogni impresa italiana una probabilità di insolvenza.

Per la Società Cooperativa San Giovanni di Dio un riconoscimento che dimostra il lavoro svolto in questi anni. Questo il commento del Presidente dott. Raffaele Pio de Nittis, che andrà a ritirare il Premio: “La San Giovanni di Dio si conferma come una realtà ormai consolidata e tra le più importanti e rilevanti del settore socio-sanitario ed educativo, protagonista assoluta a livello provinciale, dove con i nostri servizi abbiamo raggiunto l’obiettivo della totale copertura degli ambiti territoriali sociali, e a livello regionale, con un crescita costante ed importante. Il nostro grazie è indirizzato verso coloro che rendono possibile tutto questo, dai vertici aziendali fino a tutti gli operatori che con impegno, costanza e dedizione costruiscono un percorso fatto di credibilità, serietà ed efficienza. Il nostro impegno non accennerà a fermarsi perché solo con il lavoro, la passione e l’abnegazione si possono rendere raggiungibili gli obiettivi prefissati. Grazie a tutti coloro che portano in alto il nome della San Giovanni di Dio, con l’auspicio di correre assieme verso nuovi traguardi”.

Avviso assemblea generale ordinaria e straordinaria dei soci

Settimana Mondiale per la consapevolezza sull’Autismo: le iniziative della San Giovanni di Dio negli Istituti scolastici di Bari

Settimana Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo “A noi ce piace o’ BLU” – Attività ed eventi

Ricorre il 2 Aprile la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo, promossa dall’ONU e giunta alla sua XI edizione, celebrata in tutto il mondo con eventi e manifestazioni varie.

Seguendo le indicazioni del MIUR, per l’occasione l’Istituto Comprensivo “Japigia1-Verga” del Comune di Bari, dedica le giornate del 2 e del 3 Aprile all’evento “A noi ce piace o’ Blu” caratterizzato dalla realizzazione di attività volte alla promozione ed alla sensibilizzazione di alunni e famiglie nei confronti dell’Autismo.

All’interno di ciascun plesso dell’Istituto si espleteranno numerose attività in collaborazione con gli Educatori della Cooperativa San Giovanni di Dio.

Tra le attività previste:

“Walking to the BLU” – camminata di sensibilizzazione in favore dell’Autismo verso Punta Perotti;

“Col Blu negli occhi….” – estemporanea di pittura ( realizzazione con tecniche diverse di un dipinto nei toni del BLU su tela o altro supporto, un esemplare per classe);

• “Siamo fatti di mille colori” realizzazione nel Plesso Verga di due pannelli raffiguranti due ragazzi che si tengono per mano utilizzando la tecnica della String Art;

• “ La scala delle tabelline”– inaugurazione del prodotto finale realizzato da docenti ed educatori delle classi seconde San Francesco;

Cineforum sul tema autismo e diversabilità;

• Laboratori di lettura sul tema Autismo ed Inclusione;

Azione di Solidarietà a favore dell’associazione ANGSA di Bari – Acquisto delle Uova pasquali il cui ricavato sarà devoluto per finanziare attività riabilitative per bambini e ragazzi con autismo.

Foto Copyright © San Giovanni di Dio

La San Giovanni di Dio al workshop di Porta Futuro Bari: “La figura professionale dell’OSS raccontata dalle aziende”

Giovedì 24 gennaio dalle ore 10:00, la Società Cooperativa San Giovanni di Dio sarà presente al workshop di Porta Futuro Bari: “La figura professionale dell’OSS raccontata dalle aziende”.

Si parlerà delle competenze professionali richieste alle figure professionali e alle loro modalità di inserimento. Al termine dell’incontro sarà dato ampio spazio alle domande dal pubblico.

PORTA FUTURO BARI è un servizio sperimentale, un Job Centre di nuova generazione, già sperimentato con successo presso la Città di Roma dal 2011 e promosso come modello pilota sul capoluogo regionale.

PORTA FUTURO BARI ha sede presso uno spazio di 500mq al primo piano della ex Manifattura dei Tabacchi di Bari (lato Via Crisanzio) ed è dotato delle competenze e delle risorse strumentali necessarie per svolgere al meglio la sua funzione di piattaforma di orientamento e incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro, operando in continuità con gli attuali presidi e agenzie attive sul territorio, impegnate sui temi dell’occupabilità e dell’autoimpiego.

PORTA FUTURO BARI è un servizio finanziato dalla Regione Puglia e sostenuto dal Progetto “Giovani in rete: la PA al servizio di una nuova occupabilità” a valere sul PON GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA 2007-2013, ASSE E.

La partecipazione è gratuita.
Iscriviti compilando il modulo su:

http://www.portafuturobari.it/cittadini/attivita/scheda-attivita.aspx?UID=46af16bd-5114-43c4-8830-403275943f7e&Evento=La_figura_professionale_dell%E2%80%99OSS_raccontata_dalle_aziende

“Casa di riposo San Michele porto sicuro per gli anziani di Monte Sant’Angelo. Ottimo il bilancio del 2018”.

“Casa di riposo San Michele porto sicuro per gli anziani di Monte Sant’Angelo. Ottimo il bilancio del 2018”.

Attacco_17012019_12_T_1

Attacco_17012019_13_T_1

17.01.2019.

Il ricco 2018 della Casa di Riposo “San Michele Arcangelo” di Monte Sant’Angelo

L’anno appena trascorso è stata un’altra stagione ricca di eventi ed attività per la Casa di Riposo “San Michele Arcangelo” di Monte Sant’Angelo. Il 2018 ha visto l’ampliamento della ricettività della struttura, passata da 25 a 35 posti letto, ed un numero elevatissimo di eventi, attività di animazione e ludiche riservate agli ospiti della struttura.

Tra i numerosi eventi si possono citare le attività di ortoterapia, la ginnastica collettiva, il “disegnare, cantare, giocare insieme”, e tutte le numerose feste di compleanno, e gli eventi per le festività natalizie, pasquali e di Carnevale.

Continua dunque con rinnovato spirito il lavoro orientato alla socializzazione e allo svago di coloro che trovano accoglienza nella struttura, grazie al lavoro degli operatori e degli animatori sociali, pronti a creare momenti di svago, attività ludico-ricreative ed espressivo-creative dirette alla socializzazione degli ospiti. La pianificazione del tempo libero dell’ospite, in questo modo, viene inteso una volta di più come un’occasione per riappropriarsi dell’autonomia, della quotidianità e della progettualità della propria esistenza.

L’animazione nelle strutture come il San Michele Arcangelo, come sottolineato dal presidente della Cooperativa San Giovanni di Dio dott. Raffaele Pio de Nittis, sono pertanto essenziali per rendere più gradevole la permanenza nella struttura e favorire le esigenze del singolo ospite: “Queste iniziative sono sostanziali per la permanenza nella struttura perché da queste interazioni tra operatori ed ospiti nascono le soddisfazioni più grandi per entrambi gli attori in campo. Dal canto nostro continueremo con il massimo impegno ad assicurare proposte, strutturali e progettuali, che rendano la Casa di Riposo un luogo dove regni stabilmente il sorriso”. Il mio plauso – ha continuato – ed il mio ringraziamento va agli operatori che quotidianamente spendono le proprie professionalità nel lavoro all’interno della struttura; il loro sorriso e la loro vicinanza risultano indispensabili per i nostri ospiti. L’impegno nei confronti di questa struttura continua incessante e proseguirà nel solco del lavoro fatto in questi primi anni di attività e nell’annata appena trascorsa”.

Si ringraziano infine il Centro sociale San Michele, l’Avis Monte Sant’Angelo, Angolo biblico, Il Trio Parrocchia Santa Maria Maggiore, gli Scout Monte Sant’Angelo ed i bambini e le insegnanti della Scuola Materna Tancredi – Amicarelli.

Si rinnova dunque il ringraziamento a tutto lo staff per il lavoro svolto, con l’augurio di un 2019 sereno e all’insegna della scoperta, per tutti noi ed i nostri ospiti.

 

Foto Copyright © San Giovanni di Dio

Il Presidente Raffaele Pio de Nittis tra i volti nuovi del Consiglio camerale della Camera di Commercio di Foggia

Importante riconoscimento per il Presidente della Cooperativa San Giovanni di Dio dott. Raffaele Pio de Nittis, eletto nel nuovo Consiglio camerale della Camera di Commercio di Foggia, insediatosi ieri nel capoluogo provinciale.

Queste le parole del Presidente, che ha rimarcato il ruolo centrale che la Camera di Commercio ricopre a livello di rappresentanza: “E’ per me motivo di orgoglio essere parte di un soggetto autorevole che ha l’obiettivo di farsi portavoce per le istanze del territorio, in un’ottica di crescita diffusa e condivisa tra tutti gli attori socio-economici. Tra gli obiettivi primari – ha proseguito – c’è quello di far crescere l’intero sistema attraverso l’innovazione dei processi di organizzazione, rafforzando il rapporto con le Università e la collaborazione con le forze sociali attive sul territorio. La strada da perseguire – afferma ancora de Nittis – è quella di un dialogo sempre più fitto ed ampio con le istituzioni pubbliche, puntando ad essere sempre più un corpo che sia nello stesso tempo smart, solidale e comunicativo”.

La Società Cooperativa San Giovanni di Dio saluta con grande soddisfazione la nomina del Presidente de Nittis, a conferma della bontà del lavoro svolto nella sanità privata, nella cooperazione sociale e nel mondo del volontariato, al servizio della collettività e nell’interesse del territorio.

  • Cookie Policy
  • Privacy Policy